• side-navigation-widget

Introduzione

Concetto

Ricerca

Resultati

Exploded View
Ricerca Artistica Sui Paesaggi In Transizione

EXPLODED VIEW – INTRODUZIONE

Motivazione dietro la vista esplosa 

L'Europa ha una lunga tradizione di catalogazione e protezione di parchi, giardini e proprietà terriere all'interno del proprio patrimonio. Giardini e parchi sono sulla lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO sin dai primi anni '70. Nel 1992 l'UNESCO ha ridefinito il concetto di paesaggio culturale. Giardini e parchi sono stati quindi elencati come "paesaggi progettati". Sono state introdotte tre nuove categorie: paesaggi archeologici, paesaggi culturali "viventi" o "continui" (principalmente paesaggi agrari o industriali) e "paesaggi associativi" (principalmente paesaggi che sono il risultato di processi naturali, ma che fanno anche parte della sfera umana attraverso le loro connessioni con la religione o l'arte). Al giorno d'oggi, tutte le categorie sono rappresentate nella Lista del Patrimonio Mondiale.

Exploded View è uno scambio tra due parchi urbani, il Parco Regionale dell'Appia Antica di Roma (organizzato da Krien Clevis, curatore del progetto al Parco dell’Appia Antica) e l'Amstelpark di Amsterdam (organizzato da Alice Smits, curatore e direttore di Zone2Source). Exploded View ha unito le forze con l'Interfaculty Research Institute CLUE + (Paesaggi Culturali e Ambiente Urbano) presso la Vrije Universiteit, Amsterdam, fondata nel 2008 con l'obiettivo esplicito di studiare i paesaggi culturali come patrimonio, concentrandosi sul passato e sul presente di paesaggi culturali in relazione alle trasformazioni urbane.

L'obiettivo principale di Exploded View è quello di esplorare i due parchi a Roma e Amsterdam, attraverso una serie di scambi tra artisti, designer, accademici e studenti internazionali, ognuno con conoscenze accumulate attraverso una vasta esperienza nel campo della ricerca sui paesaggi culturali, ai fini di rappresentare i parchi in modo innovativo, inaspettato e proporre piani per l'uso futuro del loro patrimonio. 

EXPLODED VIEW – CONCETTO

Paesaggi del patrimonio, pianificazione urbana e design 

In Exploded View è centrale il concetto di patrimonio in relazione al paesaggio e all'arte. Il cuore del progetto sono i cambiamenti fondamentali verificatisi negli ultimi decenni, che mettono in discussione la percezione di ciò che costituisce patrimonio. Innanzitutto, in termini spaziali il concetto si è notevolmente ampliato. Il patrimonio dunque non è più legato a specifici siti e oggetti iconici localizzati in relativo isolamento, invece, l'enfasi nella definizione di patrimonio si sta spostando verso interi paesaggi e ambienti urbani, dal mondo fisico a quello immateriale di ricordi e tradizioni.

In secondo luogo, mentre per lungo tempo il retaggio è stato definito da una prospettiva essenzialista, riflettendo sul passato di una data comunità come realtà storica oggettiva, oggi il passato è visto piuttosto come specchio della società contemporanea. I monumenti, i musei e i paesaggi di cui fanno parte non sono trasmettitori neutrali del passato, ma lieux de mémoire, o luoghi e modi attraverso i quali le comunità creano e salvaguardano i loro ricordi collettivi. La forza di questi approcci più recenti e costruttivisti sta nel promuovere il pensiero critico su come i paesaggi del patrimonio siano stati costruiti e usati nel tempo.

Il progetto Exploded View opera all'interno di quest'ultimo paradigma. Unisce accademici e artisti in una sfida comune per rivelare la stratificazione multipla del Parco dell'Appia Antica e dell'Amstelpark come paesaggi del patrimonio, per documentare e studiare come questi paesaggi siano stati costruiti mentalmente e fisicamente e come abbiano ricevuto nuove funzioni e cambiato significato durante questo processo. Osservando i paesaggi in questo modo, l'accento è posto sulle loro storie di vita, ovvero sulle loro biografie. La sfida nel fare ricerca artistica e scientifica in queste aree specifiche è scrivere queste biografie, evidenziandole in modo da rivelare i molteplici significati dei paesaggi, rendendoli visibili ed esperienziali, scorticandone gli strati, come accade in una "vista esplosa". 

Metodologia

La metodologia di interpretazione del paesaggio applicata in Exploded View si basa su un'integrazione di approcci sviluppati precedentememnte da CLUE + (ad esempio all'interno dei progetti Zandstad e Testaccio) e dal curatore Krien Clevis nel progetto "Transition Zone" all'interno e nei dintorni dell'area ENCI a Maastricht, e sulla pratica di ricerca artistica transdisciplinare che Zone2Source sta sviluppando ad Amstelpark. Questa metodologia collaborativa si basa su una pratica in cui le diverse parti interessate alla trasformazione del paesaggio - dagli archeologi agli esperti di ecologia e patrimonio, dai professionisti ai residenti locali - vengono coinvolte nella creazione della propria nozione di luogo, condividendo le proprie visioni e obiettivi. Nella filosofia di Exploded View, queste visioni e obiettivi coesistono fianco a fianco, raccontando la propria storia, e sono condivisi con artisti e designer, i quali usano questa molteplicità di punti di vista come punto di partenza per la propria ricerca artistica, in combinazione con l'approccio etnografico dell'osservazione partecipativa. Ciò significa che i ricercatori di As, artisti e designer, diventano ricercatori che osservano e partecipano simultaneamente, usando diversi metodi etnografici come lo scrivere, il disegnare, il collezionare / ordinare, documentare, intervistare, fotografare, filmare, camminare, ecc. L'oggetto di studio è il paesaggio, in collaborazione con le parti interessate, che possiedono un vasto corpo di conoscenze ed esperienze (ad esempio, conoscenza locale, storia orale) utili al lavoro degli artisti. Insieme, artisti, designer e parti interessate analizzano la complessità del paesaggio-patrimonio multistrato in un contesto di laboratorio collaborativo e co-creativo. Questo lavoro sul campo mira a rendere la stratificazione visibile, negoziabile ed esperienziale attraverso la ricerca e le opere create e si tradurrà in proposte progettuali da sviluppare nel corso dell'anno, quando la ricerca sarà comunicata a un pubblico più ampio.

Con la collaborazione tra CLUE + e Zone2Source, il progetto collega due istituzioni con sede ad Amsterdam, una accademica e una artistica, in uno sforzo unico per integrare scienza e arte. Crediamo che lo scambio di conoscenze crei nuove connessioni trasversali e collaborazioni che conducano a nuovi approcci e conoscenze. Il lavoro collaborativo di un ampio gruppo di artisti e designer, accademici e altri esperti così come i locali, costituirà una piattaforma estremamente interessante per la produzione di conoscenza e visioni future. 

EXPLODED VIEW – RICERCA

Lees meer...

EXPLODED VIEW – RESULTATI

Lees meer...